Missing Street Art – Urban Kofa

Condividi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on email
Share on whatsapp
Share on telegram
Ultimi articoli
Seguimi sui social
Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla newsletter 

Missing Street Art è il proseguimento degli articoli sulla “Street Art che non c’è più” a Cagliari di cui cerco di dare testimonianza tramite le ricerche condotte in questi anni.

Le opere non più visibili di cui voglio raccontarvi stavolta sono dell’artista Kofa Kofa, nota anche come Urban Kofa o solo Kofa. Nata e cresciuta in Svizzera, da diverso tempo vive in Sardegna, e ha portato con sé la sua arte e la sua sensibilità verso la sfera sociale, in particolare quella femminile

Nelle sue opere, su tele o su muri, i soggetti più cari per esprimere il suo modo di vedere la vita, sono spesso le donne, che accompagna talvolta a parole dal significato inconfondibile.

Come nel caso della figura femminile di spalle del 2018 (qui in alto). La donna non mostra il suo volto, forse perché sofferente o perché il suo può rappresentare il viso di tante altre donne che fronteggiano le difficoltà della vita, diventando così universale. Lei in bianco e nero emerge dallo sfondo scuro e dalla stoffa a strisce. Una figura apparentemente fragile parla attraverso gli hashtag #mybody#mylife#mychoice, ossia il mio corpo, la mia vita, la mia scelta, posati delicatamente sullo sfondo ma che dichiarano un messaggio forte e determinato, senza equivoci.

Sempre dedicata ad una figura femminile era l’opera qui di fianco, oggi nascosta sotto strati di vernice. Anche in questo caso pochi tratti in bianco e nero, e il volto sereno della donna affiora dal fondo nero del velo. Una donna col velo che, rispettando i principi della sua religione, sceglie di custodire i preziosi capelli. 

Una donna musulmana dunque, un altro tema quello dell’integrazione importante e onnipresente, 

ripreso in una scritta a caratteri a dir poco cubitali che dice NOONE IS ILLEGAL (vedi qui sotto). L’opera realizzata in collaborazione con Newton, con cui spesso Kofa dipinge, era corredata di altre piccole scritte come “Eat the rich”! (dettaglio successivo)

I colori stavolta sono brillanti e il profilo femminile al centro pure; il messaggio è altrettanto luminoso e portatore di colore, totalmente chiaro e leggibile,  carico di accettazione invoglia all’accoglienza: NESSUNO E’ ILLEGALE. Non c’è spazio per rifiuto e razzismo. 

Ecco alcuni dei temi “nascosti” in queste figure silenziose, che sussurrano alle orecchie di chi vuole ascoltare 🙂

Per ammirare altre opere di Kofa:

il suo sito web: https://urbankofa.wordpress.com/more-walls/

il suo profilo Instagram: https://www.instagram.com/urbankofa/

Gli altri articoli sull’argomento si trovano nella sezione Arte del Blog 😊

Melania

Foto: Antonio Vitti e Melania Garau

#missingstreetart

#cagliari

Weekly articles about traveling to make your live better than before

Sign Up For Our Newsletter

We promise you will not recieve spam from us. You can unsubscribe anytime