• Melania

Dicciusu e Frastimmusu


⁣⁣Si tratta del cosiddetto buon augurio del contadino, un antico augurio molto diffuso nel basso Campidano che veniva usato in tempi difficili nel momento in cui le persone lasciavano il paese alla ricerca di maggior benessere.

Ancora una volta la fonte di saggezza popolare è mia nonna materna ❤

Nonna Vittoria era tanto piccolina quanto buona e ottimista, e piena di entusiasmo, e piena di figli 😊 Otto figli. Per i quali preparava tutto, pensava a tutto, mentre nonno trascorreva 12 ore (se andava bene) fuori di casa a 30 metri sotto terra, in miniera.

Nonna faceva anche il pane per tutti. Cominciava il giorno prima col lievito madre, proseguiva nel cuore della notte... Per poi infornare all'alba. E nel cuore della notte come lei dovevano svegliarsi anche i cari figli per aiutarla, almeno per quanto potessero. I bambini e le bambine, di varie età, non erano proprio d'accordo a questa sveglia traumatica e si lamentavano chiedendo perchè erano obbligati a fare questo sacrificio...


Mia nonna rispondeva che "s'una manu cun s'attra sciaquanta sa facci", ossia una mano con l'altra insieme lavano la faccia, una sola non basta, e che essendo in tanti le faccende da sbrigare erano tante, ma più ci si aiutava a vicenda e si collaborava, prima potevano finire e andare a giocare tutti insieme.


Mi è venuto in mente questi giorni, pensando alla situazione estremamente complicata che stiamo vivendo tutti. Ci siamo tutti dentro, nessuno escluso.


Allora forse collaborando ne verremo fuori tutti insieme più velocemente e torneremo a divertirci all'aria aperta? Speriamo 🍀


Nel frattempo Saludi e Trigu Bagamundusu!❤️


#dicciusuefrastimmusu

25 views0 comments

Recent Posts

See All